Piste ciclopedonali

16 Km di percorsi ciclo-pedonali in contesto urbano ed extraurbano per una mobilità sostenibile e una vita di qualità.

Referente

Ufficio Ambiente Comune di Arzignano

  • Tel. 0444-476575
 

Informazioni

Sono 17 i Km di piste ciclabili che corrono lungo gli argini del torrente Chiampo e del Guà e si snodano poi all'interno del territorio comunale attraverso via Palladio, viale Vicenza, via Santo, via Cadorna, via 4 Martiri, C.so Mazzni, via Volpato, via Bonazzi, via Trento, via Stadio, via Chiampo e lungo la salita a San Bortolo.
Il progetto si arricchisce ogni anno di nuovi tratti, per formare una viabilità dedicata alle biciclette e ai pedoni, per una mobilità "dolce", più sicura, non inquinante, accessibile e salutare. I tratti maggiori delle piste ciclabili si connettono ai tratti realizzati dai comuni confinanti, per formare una rete più ampia su scala provinciale.

 

Normative

Il comportamento dei ciclisti dall'art. 182 del "Codice della strada". I ciclisti devono:

  • procedere sempre su un'unica fila. Solo se le condizioni di traffico lo consentono, possono procedere affiancati mai in numero superiore a due. Fuori dai centri abitati l'affiancamento è ammesso solo se uno di essi è minore di dieci anni e procede sulla destra dell'altro;
  • avere libero l'uso delle braccia e delle mani;
  • condurre il veicolo a mano quando sia di intralcio o di pericolo per i pedoni
  • transitare sempre sulle piste loro riservate quando esistono.

AI CICLISTI:

  • è vietato farsi trainare da un altro veicolo e trasportare altre persone sulla bicicletta;
  • è consentito, se il conducente è maggiorenne, il trasporto di un bambino fino a 8 anni di età.

Dall'art. 377 del "Regolamento del codice della strada" i ciclisti

  • devono sempre, in sede promiscua, evitare movimenti che possono intralciare il percorso di altri ciclisti e pedoni;
  • sono tenuti ad attraversare conducendo il veicolo a mano, nel caso di attraversamento di carreggiata, anche sulle strisce pedonali, senza la segnaletica orizzontale a quadrotti;
  • devono segnalare tempestivamente con braccio la manovra di svolta a sinistra, di svolta a destra e di fermata;
  • sono tenuti ad effettuare le manovre evitando improvvisi cambi di direzione, ove le piste ciclabili si interrompano immettendosi nelle carreggiate o attraversino le carreggiate stesse. Da mezz'ora dopo il tramonto le biciclette sprovviste di fanali non possono essere utilizzate, ma solamente condotte a mano.