Anagrafe - Iscrizione

L'iscrizione anagrafica si effettua quando ci si trasferisce da un altro Comune

Referente

Doriana Camporiondo

 

Informazioni

Quando ci si trasferisce ad Arzignano da un altro Comune è necessario chiedere il cambio di residenza. 

La dichiarazione anagrafica deve essere resa con le modalità di seguito specificate, attraverso la compilazione dei modelli messi a disposizione on line e in forma cartacea presso l'ufficio anagrafe, conformi a quelli pubblicati dal Ministero dell'Interno.

 

Requisiti

Avere già preso occupazione del nuovo alloggio.

La richiesta di cambio di residenza deve essere fatta da un membro maggiorenne della famiglia.

In caso di aggregazione ad una famiglia già esistente occorre l'assenso di un suo componente maggiorenne.

 

Cosa fare

Dove andare
La dichiarazione anagrafica può essere resa allo sportello dell'Ufficio Anagrafe e/o per raccomandata, via fax al n. 0444/476549 e via mail all'indirizzo di posta elettronica semplice anagrafe@comune.arzignano.vi.it o alla casella di posta elettronica certificata (PEC) arzignano.vi@cert.ip-veneto.net.

La presentazione della dichiarazione via mail è consentita ad una delle seguenti condizioni:
a) la dichiarazione è sottoscritta con firma digitale;
b) la dichiarazione è trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
c) la copia della dichiarazione recante firma autografa e la copia del documento di identità del dichiarante sono acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.
 
Documentazione
E' necessario avere un documento di identità.
Allo sportello bisogna compilare una dichiarazione completa con i dati anagrafici e il codice fiscale di tutti coloro che chiedono il cambio di residenza.


Il D.L. n. 47 del 28/03/2014, convertito in L. n. 80 del 23/05/2014, ha disposto all'art. 5 che "Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge". Pertanto, in aggiunta alla documentazione sopra indicata, dovranno essere prodotti:

  • dichiarazione dell'interessato, debitamente sottoscritta, relativa al titolo di occupazione dell'unità abitativa;
  • assenso scritto e firmato dal proprietario dell'alloggio occupato, nel caso in cui l'inquilino non proprietario chieda la residenza in assenza di regolare contratto di locazione/comodato, accompagnato dalla fotocopia di un valido documento identificativo del succitato proprietario;
  • copia del contratto di locazione o del verbale di consegna relativi a immobili di edilizia residenziale pubblica (per i locatari di tale tipologia di alloggio);
  • copia dell'autorizzazione di ospitalità temporanea, rilasciata dall'ente titolare (per chi è ospitato presso alloggi di edilizia residenziale pubblica).

IN ASSENZA DI TALI DOCUMENTI, ATTESTANTI LA REGOLARITA' DEL TITOLO DI OCCUPAZIONE, LA DICHIARAZIONE DI RESIDENZA SARA' IRRICEVIBILE.


Obbligo di registrazione sulla patente e sulla carta di circolazione.

I possessori di patente e di autoveicoli o motoveicoli devono presentare, per l'aggiornamento automatico dell'indirizzo sui documenti di circolazione, anche:

  • la patente o la sua fotocopia
  • i numeri di targa dei veicoli.

Entro sei mesi dalla data di richiesta di trasferimento della residenza la Motorizzazione Civile invierà un'etichetta adesiva con il nuovo indirizzo, da applicare sulla patente e sul libretto di circolazione.
Per i dettagli della pratica seguire il collegamento alla "Motorizzazione Civile".

Chi proviene da uno stato estero può ottenere l'aggiornamento automatico dell'indirizzo sulla sua patente solo se ha già provveduto a convertirla in patente italiana.
Per il riconoscimento delle patenti straniere bisogna rivolgersi direttamente alla Motorizzazione Civile.

 

Costi

Non ci sono costi da sostenere

 

Tempi

Entro due giorni lavorativi dalla presentazione della dichiarazione, resa con le modalità sopra esposte e utilizzando la modulistica apposita, il Comune destinatario provvede alla registrazione della dichiarazione stessa, con decorrenza dalla data di presentazione. 

 

Avvertenze

Entro 45 giorni dalla dichiarazione resa o inviata il Comune destinatario procede all'accertamento dei requisiti previsti per l'iscrizione anagrafica.

Qualora l'esito degli accertamenti sia positivo, vige l'istituto del silenzio assenso, ai sensi dell'art. 20 della L. 241/1990.

Nel caso di esito negativo l'ufficiale di anagrafe provvederà alla comunicazione all'interessato dei motivi ostativi all'accoglimento della domanda (preavviso di rigetto). 

 

Normative

D.P.R. n. 223/1989 "Approvazione del nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente".

L. n. 241/1990 "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti
amministrativi"

D.P.R. n. 445/2000 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa"

D.lgs. n. 82/2005 "Codice dell'amministrazione digitale"