Esumazione ordinaria

L'esumazione ordinaria viene effettuata dopo 20 anni dall'inumazione nel campo comune

Referenti

Sig.ra Marisa Pino, Sig.ra Cinzia De Maggi

 

Informazioni

Dopo 20 anni dalla sepoltura in campo comune viene effettuata l'esumazione ordinaria della salma.
I resti mortali possono essere raccolti e depositati in cellette, tombe, fosse già in concessione, o trasferiti in altro cimitero, su richiesta dei familiari, oppure depositati nell'ossario comune.
Nel caso di non completa scheletrizzazione della salma, essa viene trasferita in altra fossa (campo indecomposti) per un periodo di due - cinque anni.
Le fosse liberate dai resti ossei e dai residui del feretro sono destinate ad altre inumazioni.

 

Cosa fare

A chi rivolgersi
L'esumazione ordinaria viene gestita dall'ufficio di Stato civile.
Le operazioni di esumazione vengono effettuate dalla ditta incaricata.

 

Costi

Se i resti mortali vengono raccolti, ai familiari viene richiesto il pagamento di una tariffa, quale corrispettivo del servizio prestato.
La concessione delle cellette ossario ha durata quarantennale, e viene formalizzata con la stipula di un contratto e il pagamento di un canone determinato con delibera di Giunta Comunale.
L'istanza e il contratto di concessione scontano l'imposta di bollo.

 

Avvertenze

La domanda per il trasporto dei resti mortali in un altro cimitero è fatta dai parenti all'ufficiale dello Stato civile, che a sua volta, verificati i requisiti di legge, ne autorizzerà il trasporto fuori Comune.
In tal caso, oltre al pagamento della tariffa per il servizio cimiteriale di esumazione e raccolta dei resti, sarà necessario provvedere al pagamento di una ulteriore tariffa per il rilascio dell'autorizzazione al trasporto dei resti mortali fuori Comune.